Contact center INPS, USB incontra Tridico per l’internalizzazione di 3500 lavoratori

Roma -

Martedì 22 settembre si è svolto l'incontro tra il presidente dell'Inps Pasquale Tridico e una delegazione dell’Unione Sindacale di Base, in merito al processo di internalizzazione previsto nella Legge 128 del 2 novembre 2019, per tutte le attività di contact center, attualmente gestite da aziende in appalto. 

Tridico ha ribadito la volontà di garantire gli attuali livelli occupazionali, prima questione posta sul tavolo da USB, attraverso criteri di selezione che terranno conto dell'esperienza maturata sino ad oggi dai lavoratori e le lavoratrici sulle commesse INPS in appalto.

Medesima attenzione è stata assicurata dall’INPS rispetto al mantenimento delle sedi territoriali, tenendo conto che, come ribadito dalla nostra delegazione, molte di esse insistono sul Centro Sud del Paese, un vasto territorio già martoriato da elevati tassi di disoccupazione e precariato. 

Se le premesse sulle internalizzazioni poste dalla legge 128, aprono una prospettiva per migliaia di lavoratori è altrettanto vero che occorre mantenere alta l'attenzione, onde evitare che nel percorso di costruzione del piano industriale e nelle assunzioni, subentrino interessi o compatibilità che nulla hanno a che fare con gli interessi dei lavoratori e con lo sviluppo del servizio pubblico.

USB ritiene che l’importanza di questo primo incontro debba trovare conferma nei successivi momenti di confronto con la dirigenza INPS su questa partita molto importante, che coinvolgerà oltre 3.500 lavoratori e il futuro assetto dell’Istituto previdenziale pubblico.

USB Lavoro Privato

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni